Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Come creare un'app di qualità? Sei suggerimenti per il successo!

Pubblicato il 2015-03-24 17:06:08 da Giuseppe Anzalone - 0 Commenti

Quando si parla di applicazioni per Android, si pensa solitamente a  WhatsApp, Pou, Snapchat, Instagram ed altre app di successo utilizzate da centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo.
Sfortunatamente non tutte le app sono così famose. Anzi, a dire il vero, ci sono una marea di applicazioni totalmente anonime ed inutilizzate. Perché accade ciò? Perché c'è una fortissima competizione ed una quantità smisurata di applicazioni? Si, in parte è così... ma non solo. Sono convinto del fatto che molti sviluppatori non prestino abbastanza attenzione alla qualità delle loro applicazioni.

Image 1
Come team di TorrApk, ci troviamo quotidianamente a revisionare svariate applicazioni e abbiamo notato che gli sviluppatori alle prime armi, e talvolta anche quelli più esperti, tendono a ripetere gli stessi errori.

 Qui di seguito troverai sei utili suggerimenti per evitare di commettere gli stessi errori e per ottenere una applicazione di qualità! 

1) Chi userà la tua applicazione e perché?

Rispondere alle domande “Chi e Perché?” dovrebbe costituire l'attività iniziale di ogni sviluppatore che si accinge a avviare un nuovo progetto. Qualcuno potrebbe pensare che ciò sia ovvio, ma vi assicuro, per mia esperienza, che molti sviluppatori non hanno ancora afferrato l'importanza di questa attività. Quando inizi a lavorare ad una idea comincia col porti queste due domande e sappi che tanto più dettagliate ed argomentate saranno le tue risposte, tanto maggiore sarà la possibilità che la tua applicazione abbia successo.

Concentrarti sulla domanda “Perché?” ti aiuterà ad analizzare e comprendere parecchie questioni molto importanti. La tua applicazione fa qualcosa di veramente utile per qualcuno? Esistono già altre applicazioni che offrono servizi simili? Come lo fanno? Cosa può offrire in più la tua applicazione affinché gli utenti la possano preferire ad una già esistente? Quali altre funzionalità potresti aggiungere per rendere la tua applicazione più completa?

Sappi che nessuno installa nulla senza un motivo! Se la tua applicazione risponde ad un bisogno reale c'è una buona probabilità che sarà utilizzata, diversamente c'è il serio rischio che si riveli un totale fallimento.

 Rispondere alla domanda “Chi?” ti aiuterà a scegliere il layout grafico più appropriato, i colori, i fonts e i dettagli relativi agli aspetti comunicativi della tua app. Se hai ben chiaro chi saranno i tuoi potenziali utenti, ti verrà facile stabilire in quali lingue tradurre la tua app; potrai pianificare con che canali pubblicizzarla e come ottenere eventuali guadagni dai tuoi utenti.

2) Non esitare davanti a un progetto che non va, cestinalo!

 Se hai una mente molto creativa, a volte potresti essere cosi entusiasta di una tua idea da non riuscire a smettere di lavorarci, anche quando hai già capito che non si tratta di una buona idea. Lo so... è molto difficile accettare un fallimento! Ma il fallimento reale, ed anche il più grande, consiste nello sprecare il proprio tempo portando avanti progetti che non hanno un futuro.

Quindi, sviluppa le tue idee con passione, ma non lasciare che esse prendano il sopravvento sulla razionalità. Butta via tutte le idee non buone e lascia la tua creatività libera di dedicarsi ad altro.

Rispondere alle domande del punto precedente ti sarà di aiuto per discriminare idee buone e idee meno buone.

Chiedi consigli e feedback ai tuoi amici e alle persone che pensi possano essere tuoi futuri utenti; potresti scoprire che un'idea che reputavi inutile è invece molto apprezzata o viceversa. Non temere la condivisione delle tue idee ed il confronto con gli altri.

3) Non trascurare l'interfaccia grafica

Un errore che commettono molti sviluppatori è quello di non dedicare sufficiente attenzione all'interfaccia grafica che è invece la prima cosa ad essere valutata da un utente, tanto che a volte può decretare il successo o il fallimento di una app.

Una buona interfaccia grafica deve essere semplice, intuitiva e funzionale.

Per renderla semplice, cerca di rimuovere ogni cosa che non sia necessaria o utile. I nuovi paradigmi della grafica sono sempre più focalizzati su layout essenziali ed eleganti.

Rendila intuitiva sforzandoti di ragionare come se fossi un utente e non come uno sviluppatore. Appena hai ottenuto una prima bozza falla valutare e chiedi un feedback a persone che non sanno nulla della tua applicazione. Rimarrai colpito dalla quantità di cose che per te sono chiare ed intuitive ma non lo sono per gli altri. Usa questi preziosi feedback per apportare modifiche.

Crea una interfaccia funzionale assicurandoti che tutte le funzionalità e le caratteristiche della tua applicazione siano facilmente accessibili.

Infine, considera che la tua applicazione potrebbe essere utilizzata su schermi con dimensioni e risoluzioni ben differenti fra loro. Cerca quindi di sviluppare una interfaccia responsiva, che si adatti al meglio ad ogni situazione.

4) Conquista la fiducia dei tuoi utenti

Sin dal primo momento in cui la tua applicazione sarà utilizzata da un utente, dovrai cercare di fare in modo che egli si fidi di te e della tua app. Sii onesto nel descrivere le sue funzionalità e accertati che essa faccia effettivamente ciò che hai descritto. Dai all'utente la possibilità di comunicare con te e cerca di rispondere a tutte le richieste.

Accertati di non utilizzare librerie di terze parti classificate dagli antivirus come potenzialmente non volute, o peggio ancora come trojan, maleware o adware. Per essere sicuro di ciò puoi scansionare il file .apk della tua applicazione con strumenti online gratuiti come VirusTotal.

5) Cerca condivisioni spontanee sui social network

Piuttosto che utilizzare fastidiosi messaggi di pop-up per chiedere ai tuoi utenti di condividere un link alla tua applicazione, inventati qualcosa di particolare legato ad essa (ad esempio un'immagine accattivante, una frase divertente o un evento) e, se possibile, personalizzalo in base ai tuoi utenti. Vedrai che la condivisione avverrà spontaneamente, non per farti un favore ma perché è piacevole farlo.

6) Non usare pubblicità invasiva

Ogni giorno il nostro Team rifiuta svariate applicazioni perché fanno un uso smodato di pubblicità invasiva. É incredibile come alcuni sviluppatori siano letteralmente ossessionati dall'imbottire le loro app di pubblicità, fino al punto di renderle inutilizzabili a causa di continui pop-up e sotterfugi di ogni genere.

Io penso che il metodo migliore per guadagnare con la pubblicità sia quello di non pensarci sin dall'inizio.

Gli utenti sono terribilmente annoiati ed infastiditi dalla pubblicità e non c'è modo migliore per far scappare un nuovo utente di bombardarlo con l'advertising sin dal primo istante.

Introdurre troppo presto la pubblicità su una applicazione significa impedirne la sua crescita.

Pensate davvero che se YouTube o Facebook avessero avuto tutta la pubblicità che hanno adesso quando erano assolutamente sconosciuti, sarebbero diventati dei colossi del web?

Quindi, preoccupatevi in primo luogo di acquisire nuovi utenti, di soddisfarli al meglio e di tenerveli ben stretti. State certi che se la vostra applicazione va, avrete modo di guadagnarci quando sarà il momento giusto e utilizzando sistemi di advertising leggeri e poco invasivi.

 

Sviluppare Applicazioni
Giuseppe Anzalone
Ciao! Sono Giuseppe, ingegnere elettronico e programmatore. Lavoro da molti anni nel settore dell'automazione industriale occupandomi di progettazione elettronica e sviluppo di software per sistemi di controllo real-time. Da qualche anno lavoro anche allo sviluppo-web e mi occupo di sicurezza informatica.
Articoli in Evidenza
2016-01-11
Forse non sapete che la rete Tor è facilmente accessibile anche tramite i dispositivi Android. Continuate a leggere, vi spiegherò come navigare su internet in modo anonimo con il vostro smartphone.
2015-11-05
Sai che puoi usare TorrApk come una qualsiasi altra app? Grazie alle funzionalità di supporto alle Web App di Google Chrome, avviare TorrApk sul tuo cellulare richiede adesso solo un tocco.
2015-09-19
Sapevi che con Telegram puoi creare degli sticker personalizzati con le tue foto? Leggi e scopri come fare.
Articoli recenti
2016-11-19
In molti mi chiedono con che applicazione ottenere i diritti di root sul proprio dispositivo Android.Personalmente mi fido poco di questo tipo di applicazioni
2016-11-19
Il concetto del "rooted android device" nasce da Linux, da cui Android eredita il kernel ed altre caratteristiche...
2016-04-22
Promuovere una app non è per nulla facile, specialmente se avete poca dimestichezza con la comunicazione ed il marketing e disponete di risorse economiche limitate. Per questo ho deciso di darvi alcuni consigli utili attuabili spendendo poco.
2016-04-14
A differenza delle app installate manualmente dall'utente, quelle di sistema non sono facilmente disisntallabili. L'unico modo per rimuoverle è quello di ottenere i permessi di root sul duo dispositivo, per farlo in modo semplice puoi usare MobileGO.
2016-04-13
Se avete sviluppato la vostra prima applicazione per Android vi starete di sicuro chiedendo come fare per promuoverla e farla conoscere. Ci sono tanti metodi per farlo, in questo articolo vedremo come utilizzare al meglio i forum.
Seguici sui social network
Le più recenti