Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Le migliori app Android per craccare una rete Wi-Fi

Pubblicato il 2015-08-28 12:12:17 da Giuseppe Anzalone - 0 Commenti

Quante volte vi è capitato di non avere accesso ad internet ed essere circondati da reti Wi-Fi protette? Che gran voglia di craccarne una per accedere gratuitamente a Facebook e a tutti i vostri servizi web preferiti!

Image 1
Diritti d'autore immagine: dolgachov / 123RF Archivio Fotografico

Sicuramente avrete cercato, scaricato e provato diverse applicazioni che si propongono come dei potentissimi tool capaci di craccare qualunque rete Wi-Fi in pochi secondi!

E chi sa che delusione nello scoprire che queste app erano solo una presa in giro!!!

Prima di andare avanti vorrei fare una premessa provando a rispondere ad una domanda, anzi alla domanda chiave di questo argomento.

Perché craccare una rete Wi-Fi?

Molti di voi vogliono craccare una rete Wi-Fi per accedere gratis ad internet. Altri lo vogliono fare perché pensano di poter navigare su internet senza poter essere rintracciati. Ma forse la maggior parte lo vuole fare solo per il gusto di farlo e di sentirsi hacker per un giorno.

Il mio parere è che nessuno di questi motivi sia sufficientemente valido da farvi compiere una operazione assolutamente illegale e peraltro neppure così semplice come qualcuno vorrebbe farvi credere.

I motivi di questa mia presa di posizione sono molto semplici:

  • l'accesso ad internet ha ormai costi molto contenuti e chiunque abbia uno smartphone ha anche una connessione 3G, quindi la motivazione del risparmio economico cade decisamente;
  • se invece avete la necessità navigare anonimamente esistono strumenti gratuiti e molto affidabili che vi consentono di farlo come Tor Browser;
  • per quanto riguarda chi di voi volesse giocare a fare l'hacker, dovrebbe essere chiaro che per ottenere dei risultati bisogna studiare, studiare, studiare e... poi sperimentare. Non basta certo scaricare un app per diventare hacker! Piuttosto state attenti che l'app che scaricate non contenga trojan o altri malware per evitare di avere oltre l'inganno anche la beffa!

Quanto è facile craccare una rete Wi-Fi?

Diversamente da quello che si è portati a pensare, se una rete Wi-Fi è protetta tramite WPA o WPA2 e con una buona password, non è poi così facile violarla.

Image 2
Diritti d'autore immagine: bowie15 / 123RF Archivio Fotografico

Attenzione, non dico che sia impossibile. Niente è sicuro al 100%, ma certo non basta una applicazioncina su Android per farlo.

Servono strumenti software più seri di cui alcuni sistemi operativi come Kali Linux sono nativamente dotati. La periferica Wi-Fi del dispositivo che si usa per violare la rete va infatti utilizzata in modo del tutto particolare e pertanto servono dei driver appositi di cui i dispositivi Android non sono dotati.

Inoltre, una delle fasi della violazione della rete consiste in genere in un attacco a dizionario che richiede molto tempo e molte risorse.

Reti Wi-Fi particolarmente vulnerabili

Ci sono alcuni casi di reti Wi-Fi particolarmente vulnerabili che possono essere violate in modo particolarmente semplice. Vediamo quali sono:

  • reti protette tramite protocollo WEP, ormai poco sicuro e assolutamente da evitare;
  • reti protette con password molto semplici (ad esempio nomi di persona o città);
  • reti protette con la password di default del modem/router.

Se sentite dire ad amici o colleghi che hanno violato la rete Wi-Fi del vicino di casa, è molto probabile che abbiano sfruttato proprio una di queste tre condizioni.

Le prime due non credo che abbiano bisogno di spiegazione mentre la terza merita un minimo di approfondimento.

Quando utilizzate per la prima volta un modem/router ADSL dotato di connessione Wi-Fi, questo è generalmente configurato in modo da generare una rete con una SSID ed una password di default. L'SSID è il nome con cui viene visualizzata la vostra rete da un dispositivo Wi-Fi che si trova nel suo raggio d'azione. La password, generata da un algoritmo automatico, è spesso legata all'SSID della rete. Conosciuto l'algoritmo con cui la password viene generata, alcuni siti web sono in grado di fornirvi la password di default associata ad un determinato SSID. Ecco perché, in questi casi, scovare la password diventa un giochino da ragazzi, ed ecco perché dovete sempre cambiare la password del vostro Wi-Fi dopo averlo attivato per la prima volta.

Concludendo, quali sono le migliori app per craccare una rete Wi-Fi?

Beh, ormai la risposta è scontata... non ve ne sono!

Se guardate la sfilza di app che vi promettono di craccare le reti Wi-Fi, vi accorgerete che la quasi totalità riporta una scritta (Prank), da qualche parte nel titolo o nella descrizione, che vi avvisa che si tratta solo di uno scherzo! Praticamente sono del tutto inutili se non addirittura dannose.

Image 3

Qualcun'altra (questa ad sempio), in modo un po' più onesto ed intelligente, vi fornisce dei mini tutorial su come violare una rete Wi-Fi usando gli strumenti molto più seri di cui vi parlavo prima. Strumenti che, se utilizzati correttamente, possono avere delle effettive possibilità di successo. Ma  si tratta comunque di strumenti di cui l'app non dispone.

Spero di avervi disilluso abbastanza riguardo all'utilizzo di questo tipo di applicazioni.

Cercate piuttosto di dedicare il vostro tempo a rendere più sicura la vostra rete Wi-Fi accertandovi di aver modificato la password di default del router, di utilizzare il protocollo WPA2 e di aver scelto una password robusta.

Recensioni App
Giuseppe Anzalone
Ciao! Sono Giuseppe, ingegnere elettronico e programmatore. Lavoro da molti anni nel settore dell'automazione industriale occupandomi di progettazione elettronica e sviluppo di software per sistemi di controllo real-time. Da qualche anno lavoro anche allo sviluppo-web e mi occupo di sicurezza informatica.
Iscriviti alla Nostra Newsletter
Articoli in Evidenza
2016-01-11
Forse non sapete che la rete Tor è facilmente accessibile anche tramite i dispositivi Android. Continuate a leggere, vi spiegherò come navigare su internet in modo anonimo con il vostro smartphone.
2015-11-05
Sai che puoi usare TorrApk come una qualsiasi altra app? Grazie alle funzionalità di supporto alle Web App di Google Chrome, avviare TorrApk sul tuo cellulare richiede adesso solo un tocco.
2015-09-19
Sapevi che con Telegram puoi creare degli sticker personalizzati con le tue foto? Leggi e scopri come fare.
Articoli recenti
2016-11-19
In molti mi chiedono con che applicazione ottenere i diritti di root sul proprio dispositivo Android.Personalmente mi fido poco di questo tipo di applicazioni
2016-11-19
Il concetto del "rooted android device" nasce da Linux, da cui Android eredita il kernel ed altre caratteristiche...
2016-04-22
Promuovere una app non è per nulla facile, specialmente se avete poca dimestichezza con la comunicazione ed il marketing e disponete di risorse economiche limitate. Per questo ho deciso di darvi alcuni consigli utili attuabili spendendo poco.
2016-04-14
A differenza delle app installate manualmente dall'utente, quelle di sistema non sono facilmente disisntallabili. L'unico modo per rimuoverle è quello di ottenere i permessi di root sul duo dispositivo, per farlo in modo semplice puoi usare MobileGO.
2016-04-13
Se avete sviluppato la vostra prima applicazione per Android vi starete di sicuro chiedendo come fare per promuoverla e farla conoscere. Ci sono tanti metodi per farlo, in questo articolo vedremo come utilizzare al meglio i forum.
Seguici sui social network
Le più recenti